Vacanza in montagna: attenzione a chi soffre di ipertensione

Articolo pubblicato sul quotidiano La Nazione del 07/04/2019 a cura di Loredana Del Ninno

I pazienti soggetti a ipertensione o a patologie cardiovascolari diretti verso mete prossime ai duemila metri dovranno prevedere qualche attenzione in più. Lo suggerisce uno studio condotto da Gianfranco Parati, docente di medicina cardiovascolare all’Università di Milano-Bicocca, direttore scientifico dell’Istituto auxologico italiano e primario della cardiologia al San Luca di Milano.

Professore, cosa afferma la ricerca? «Lo studio che abbiamo condotto su volontari sani ha dimostrato che più si sale in montagna e più la pressione aumenta. Precedenti ricerche hanno evidenziato l’incremento progressivo su altezze superiori ai 2500 metri, l’incidenza è stata ora dimostrata anche per altitudini intorno ai 2000 metri, convenzionalmente considerate ‘altezze moderate».

Continua a leggere →