Ipertensione e obesità

L’obesità aumenta il rischio di malattie metaboliche e cardiovascolari.

Uno studio condotto dalla Società Italiana di Pediatria su 1700 bambini, che sono stati seguiti dalla nascita fino ai 18 anni, ha mostrato che il 30% dei bambini obesi ha valori della pressione anomali e che, in conclusione, i bambini obesi hanno un rischio di soffrire di ipertensione arteriosa di 5 volte superiore rispetto ai coetanei normopeso.

I dati mostrano sin dai primi anni di vita anomalie nei valori della pressione sanguigna che impongono un rapido intervento da parte dei genitori nel modificare stile di vita e dieta.

[fonte https://www.paginemediche.it/medici-online/punti-di-vista/obesita-e-ipertensione-arteriosa ]

Numerosi studi epidemiologici hanno dimostrato in maniera inequivocabile la presenza di una significativa associazione tra ipertensione arteriosa ed obesità. L’obesità, condizione in rapida diffusione, può precedere, causare o aggravare uno stato di ipertensione arteriosa, potendo anche indurre resistenza alla terapia antipertensiva.

peso e ipertensione

Obesità ed ipertensione sono importanti fattori di rischio per malattie cardiovascolari.

Non va trascurato che il paziente iperteso obeso che ha sviluppato una complicanza cardiovascolare può presentare ulteriori difficoltà nell’implementare decise modificazioni dello stile di vita (aumento dell’attività fisica, ecc.), con conseguente aggravamento del circolo vizioso.

Alla luce di queste considerazioni, la Società Europea dell’Ipertensione Arteriosa ha recentemente ritenuto di costituire un gruppo di studio dedicato all’argomento.

Non vi sono dubbi che nei soggetti ipertesi obesi la riduzione del peso corporeo si associ ad una chiara riduzione
della PA. Una metanalisi ha dimostrato che per una riduzione di peso corporeo di 5.1 kg, la PA diminuisce in media di 4.4/3.6 mmHg33. È interessante constatare che la riduzione dei valori di PA a seguito del calo ponderale si manifesta sia nei soggetti normotesi sia nei soggetti ipertesi.

Se da un lato esiste una relazione tra calo ponderale e calo pressorio, è purtroppo anche vero che i soggetti ipertesi tendono, nel lungo termine, a recuperare i chilogrammi di peso perduti e, contemporaneamente,.a risalire anche in termini di valori pressori

[fonte http://www.giornaledicardiologia.it/r.php?v=669&a=7813&l=10809&f=allegati/00669_2008_04/fulltext/S1-4_2008_07%2054-59.pdf ]

Ipertensione e obesità ultima modifica: 2017-12-02T18:08:27+00:00 da admin La Mia Pressione

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento